gototopgototop
 screen         carattere         colore           contrasto           
Effettua il login per acquistare

RICERCA PER CATEGORIA

EDITORI



Cerca periodico

Autore - titolo


VirtueMart
Il carrello è vuoto.

Mostra Carrello
Il carrello è vuoto.

Ai sensi della normativa internazionale sui cookies vi informiamo che questo sito o gli strumenti di terze parti da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di condizioni di fornitura e privacy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera si acconsente all'uso dei cookies. Ezpress non memorizza i dati di navigazione nè usa cookies a fini promozionali o commerciali



Polis
Clicca per visualizzare
la copertina e il sommario


Polis

Versione Digitale

EDUSC
ezPrice: €7,99



Autore: Maria Aparecida Ferrari

Editore: EDUSC


La realizzazione del bene comune politico ha molte similitudini con l’esecuzione di una composizione sinfonica. La compiutezza del bene comune politico deriva dal rispetto-potenziamento dei fini delle singole persone, delle società intermedie e dalla loro consonanza con il bene generale, così come la perfezione della sinfonia proviene dalla qualità dell’esecuzione di ogni singolo orchestrale in armonia con quella degli altri musicisti e con le caratteristiche peculiari dell’opera. In questo senso, se non altro come accorgimento sul legame fra qualità di vita e rapporti sociopolitici, l’orchestra può richiamare anche il film di Fellini “Prova d’orchestra”, che aveva un chiaro riferimento analogico tra musica e politica. Se nella sinfonia la qualità dell’esecuzione dipende tanto dalla prestazione di ogni musicista come dal valore dei comandi gestuali impartiti dal direttore d’orchestra, analogamente, il bene comune politico deriva sia dal lavoro dei cittadini nella loro individualità e in associazione con altri, sia dall’opera dello Stato che rispetta e promuove la loro autodeterminazione. Quando ciascun strumentista suona bene, non realizza solo la propria perfezione in quanto musicista, ma concorre ugualmente al bene comune complessivo di tutta l’orchestra, cioè all’eccellenza del risultato. Allo stesso modo, quando i soggetti sociali procedono secondo i principi etico-politici fondativi ed essenziali della vita politica raggiungono senz’altro il loro bene particolare, ma plasmano anche il bene comune a tutti, coltivano l’arte del possibile. Maria Aparecida Ferrari (Brasile) è Professore Incaricato di Etica Speciale presso la Facoltà di Filosofia della Pontificia Università della Santa Croce, Roma.







ENTRA E GUARDA LE NOSTRE VETRINE

ezPrice
€6,99


ezPrice
€7,99


ezPrice
€7,99


ezPrice
€9,99


ezPrice
€13,99


ezPrice
€12,99




SCOPRI LE FUNZIONALITA' DI EZPRESS


RICARICA

PREVIEW

RISPOSTE

REGALA

FUNZIONALITA' RISERVATE AGLI UTENTI REGISTRATI


EZCLOUD

SCRIVICI

ACCOUNT

EZCHECKOUT