gototopgototop
 screen         carattere         colore           contrasto           
Effettua il login per acquistare

RICERCA PER CATEGORIA

EDITORI



Cerca periodico

Autore - titolo


VirtueMart
Il carrello è vuoto.

Mostra Carrello
Il carrello è vuoto.

Ai sensi della normativa internazionale sui cookies vi informiamo che questo sito o gli strumenti di terze parti da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di condizioni di fornitura e privacy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera si acconsente all'uso dei cookies. Ezpress non memorizza i dati di navigazione nè usa cookies a fini promozionali o commerciali

LIBRERIA arrow FILOSOFIA arrow Politica arrow Il soggetto e la sovranità


Il soggetto e la sovranità
Clicca per visualizzare
la copertina e il sommario


Il soggetto e la sovranità

Versione Digitale

Liguori Editore
ezPrice: €9,99



Autore: Antonio De Simone

Editore: Liguori Editore


Inoltrarsi nei sentieri filosofici – tra Vico e Agamben – per sondare la contingenza del vivente che segna il rapporto tra il soggetto e la sovranità, è l’obiettivo di questo libro di Antonio De Simone. In esso il filosofo dell’ateneo urbinate riflette su ciò che di-svela nella storia la cifra dell’umana politicità e della mondanizzazione del soggetto. Egli ri-legge, oltre «la linea del presente» (Esposito), il legame tra soggetto e desiderio, tra signoria e servitù, mondo umano e storia, tra vita, conflitto e politica, società opaca e democrazia, tra umano e non-umano animale, un legame non concepito come gerarchicamente dato da una eccezione sovrana esterna del potere, intriso di trascendenza. Ogni decostruzione critica del soggetto sa che esso «non è mai dato (alla conoscenza)», ma deve «essere trovato» (Badiou): perciò occorre ancora fare i conti (anche attraverso e oltre Kojève) con la Darstellung hegeliana del soggetto, con i luoghi del soggettivo che marcano le condizioni di emergenza di un soggetto trascinato dal mutamento del proprio sé, frammentario, diversificato, contingente, fallibile, che spesso non è ciò da cui si parte ma ciò a cui si arriva, che non è origine o causa sui, ma anche effetto. In un originale intrigo argomentativo, l’Autore spiega perché la contemporaneità è definita dal conflitto e come la politica della filosofia può vivere le metamorfosi e le dislocazioni del politico nelle contraddittorie espressioni teoretiche e pratiche che sperimentano (come nell’ultimo Derrida) le ambivalenti forme del potere sovrano, del fantasma della sovranità, tra humanitas e animalitas.







ENTRA E GUARDA LE NOSTRE VETRINE

ezPrice
€12,99


ezPrice
€5,99


ezPrice
€5,99


ezPrice
€4,99


ezPrice
€8,99


ezPrice
€6,99


ezPrice
€17,99


ezPrice
€4,49


ezPrice
€9,99




SCOPRI LE FUNZIONALITA' DI EZPRESS


RICARICA

PREVIEW

RISPOSTE

REGALA

FUNZIONALITA' RISERVATE AGLI UTENTI REGISTRATI


EZCLOUD

SCRIVICI

ACCOUNT

EZCHECKOUT