gototopgototop
 screen         carattere         colore           contrasto           
Effettua il login per acquistare

RICERCA PER CATEGORIA

EDITORI



Cerca periodico

Autore - titolo


VirtueMart
Il carrello è vuoto.

Mostra Carrello
Il carrello è vuoto.

Ai sensi della normativa internazionale sui cookies vi informiamo che questo sito o gli strumenti di terze parti da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di condizioni di fornitura e privacy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera si acconsente all'uso dei cookies. Ezpress non memorizza i dati di navigazione nè usa cookies a fini promozionali o commerciali

LIBRERIA arrow FILOSOFIA arrow Fantasia Immaginazione Conoscenza


Fantasia Immaginazione Conoscenza
Clicca per visualizzare
la copertina e il sommario


Fantasia Immaginazione Conoscenza

Versione Digitale

LED Edizioni Universitarie
ezPrice: €13,99



Autore: Andrea Colli

Autore: Chiara Selogna

Editore: LED Edizioni Universitarie


All’inizio del XIV secolo si sviluppano numerosi dibattiti filosofici che hanno lo scopo di ridefinire le strutture fondamentali del processo conoscitivo. Nozioni come imago, phantasma, phantasia, species, ereditate dalla tradizione peripatetica, sono messe in discussione e rilette alla luce di nuove ipotesi che vedono convergere differenti paradigmi di pensiero. Il De imagine (Ordinatio, liber I, dist. 3, pars 3) di Giovanni Duns Scoto costituisce un punto di vista privilegiato per rendersi conto delle proporzioni di queste discussioni, mostrando secondo differenti angolature la funzione centrale dell’immagine all’interno del processo conoscitivo. Le quattro quaestiones, in cui si articola questa parte dell’Ordinatio, si interrogano in particolare sulla natura e sull’esistenza delle species intelligibiles, sulla causalità parziale o totale dell’intelletto all’interno del processo conoscitivo, sul rapporto di priorità tra intelletto e oggetto e infine sulla possibilità che nella mente umana esista un’immagine distinta della trinità divina. L’articolata argomentazione delle proprie tesi, l’attenta critica alle opinioni altrui, in modo particolare di Enrico di Gand e Goffredo di Fontaines, le numerose auctoritates citate rendono dunque il testo di Scoto indispensabile non solo per comprendere la sua concezione gnoseologica, ma anche per osservare più complessivamente l’origine e le prospettive dei problemi filosofici che caratterizzano questa fase del pensiero tardo-medievale. In questa prospettiva, il volume non vuole essere unicamente una traduzione italiana dell’opera di Duns Scoto, bensì uno strumento adeguato per cogliere il suo modo di procedere e il contesto culturale cui si riferisce. Oltre all’introduzione, sono stati pertanto inseriti alcuni apparati critici (tavole riassuntive, note, indici), una trascrizione della quaestio 14 del Quodlibet V di Enrico di Gand e della quaestio 19 del Quodlibet IX di Goffredo di Fontaines, che semplificano la comprensione del testo, rendendolo particolarmente indicato per la ricerca e la didattica.







altre categorie


Bene e Male (43)

Buddista (30)

Criticismo (6)

Determinismo e Libero Arbitrio (2)

Epistemologia (75)

Estetica (50)

Etica e Morale Filosofica (150)

Indù (15)

Logica (12)

Mente e Corpo (27)

Metafisica (28)

Metodologia (4)

Movimenti (58)

Orientale (29)

Politica (286)

Religiosa (89)

Riferimento (2)

Saggi* (118)

Sociale (105)

Storia e Studi (273)

Taoista (23)

Zen (28)

ENTRA E GUARDA LE NOSTRE VETRINE

ezPrice
€14,99


ezPrice
€9,99


ezPrice
€7,99




SCOPRI LE FUNZIONALITA' DI EZPRESS


RICARICA

PREVIEW

RISPOSTE

REGALA

FUNZIONALITA' RISERVATE AGLI UTENTI REGISTRATI


EZCLOUD

SCRIVICI

ACCOUNT

EZCHECKOUT