gototopgototop
 screen         carattere         colore           contrasto           
Effettua il login per acquistare

RICERCA PER CATEGORIA

EDITORI



Cerca periodico

Autore - titolo


VirtueMart
Il carrello è vuoto.

Mostra Carrello
Il carrello è vuoto.

Ai sensi della normativa internazionale sui cookies vi informiamo che questo sito o gli strumenti di terze parti da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di condizioni di fornitura e privacy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera si acconsente all'uso dei cookies. Ezpress non memorizza i dati di navigazione nè usa cookies a fini promozionali o commerciali



Dall'antifascismo alla Repubblica
Clicca per visualizzare
la copertina e il sommario


Dall'antifascismo alla Repubblica

Versione Digitale

Edizioni Simone
ezPrice: €2,90



Autore: Giovanni Di Capua

Editore: Edizioni Simone


Un uomo poliedrico, dotato d'una cultura enciclopedica, docente universitario e uomo politico perennemente accusato d'eresia, storico del socialismo benché non amato dai burocrati dei partiti di sinistra, sindaco di Napoli e poi parlamentare (prima e dopo il fascismo), Arturo Labriola fu un personaggio scomodo. Per i laici, che non vollero mai riconoscergli una superiorità culturale pur evidente. Per i cattolici che salvo don Sturzo, non compresero il senso della sua partecipazione attiva alla massoneria italiana e internazionale. Per la sinistra, che lo osteggiò lungamente oltre i limiti dell'ingiuria e del falso. Per la destra, che non comprendeva la sua acrimonia antimonarchica ed il rifiuto del populismo laurino. Dai tempi del sindacalismo rivoluzionario all'ultima battaglia in consiglio comunale in unione con i comunisti e socialisti, Labriola fu per Napoli un grande personaggio. Collaborò con Giolitti, criticò la pochezza culturale del fascismo, respinse come erroneo l'aventinismo, fu sistematicamente in urto con i fuoriusciti in Francia e Belgio. Tra i primissimi, alla caduta di Mussolini, a sollecitare una svolta politico-istituzionale, s'intese con Enrico De Nicola e Giovanni Conti, subì attacchi pesanti da parte di Togliatti per poi essere riabilitato dai comunisti napoletani. Per la prima volta la sua biografia, scritta da un cattolico democratico, propone la figura di un personaggio misconosciuto, eppure coerente con se stesso e con l'idea di rinnovamento nazionale.







ENTRA E GUARDA LE NOSTRE VETRINE

ezPrice
€4,99


ezPrice
€9,99


ezPrice
€4,99


ezPrice
€9,99


ezPrice
€14,99


ezPrice
€17,99




SCOPRI LE FUNZIONALITA' DI EZPRESS


RICARICA

PREVIEW

RISPOSTE

REGALA

FUNZIONALITA' RISERVATE AGLI UTENTI REGISTRATI


EZCLOUD

SCRIVICI

ACCOUNT

EZCHECKOUT