gototopgototop
 screen         carattere         colore           contrasto           
Effettua il login per acquistare

RICERCA PER CATEGORIA

EDITORI



Cerca periodico

Autore - titolo


VirtueMart
Il carrello è vuoto.

Mostra Carrello
Il carrello è vuoto.

Ai sensi della normativa internazionale sui cookies vi informiamo che questo sito o gli strumenti di terze parti da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di condizioni di fornitura e privacy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera si acconsente all'uso dei cookies. Ezpress non memorizza i dati di navigazione nè usa cookies a fini promozionali o commerciali

LIBRERIA arrow STORIA arrow Fuga dal carcere ePub
Finanza pubblica e misure tributarie per il patrimonio culturaleL'arte di una vita inutile ePub

Fuga dal carcere ePub
Clicca per visualizzare
la copertina e il sommario


Fuga dal carcere

Versione Digitale ePub

Neri Pozza
ezPrice: €7,99



Autore: Gianfranco De Bosio

Editore: Neri Pozza


L’assalto al carcere degli Scalzi è uno degli episodi più noti e celebrati della storia della resistenza veronese, definito come «L’audace assalto al carcere degli Scalzi» è citato nella motivazione, con la quale, il 5 ottobre 1993, il Presidente della Repubblica ha concesso al Comune di Verona la medaglia d’oro al Valor Militare. Nel luglio del 1944 Giovanni Roveda – figura centrale del sindacalismo italiano e bandiera dell’antifascismo – era rinchiuso da circa sei mesi nel carcere degli Scalzi di Verona. Nel suo peregrinare da un carcere all’altro del Nord Italia la sua figura fu costantemente al centro dell’attenzione delle diverse forze antifasciste che in più occasioni tentarono di favorirne la fuga. Finché giunse nel carcere veronese, considerato sicurissimo perché da lì non era mai fuggito nessuno. Il compito di sfatare quel mito fu affidato ad un gruppo di giovani veronesi appartenenti ai Gap cittadini – Gruppi di azione patriottica –: Berto Zampieri, Lorenzo Fava, Emilio Moretto, Danilo Preto, Vittorio Ugolini, oltre ad Aldo Petacchi, inviato dai vertici del Partito Comunista. Dopo una serie di tentativi andati a vuoto, l’evasione avvenne il 17 luglio 1944 quando, attorno alle 18.30, i gappisti entrarono nel carcere scaligero, disarmarono le guardie, tagliarono i fili del telefono e portarono fuori dalla prigione Giovanni Roveda. Terribile il succedersi degli eventi: dall’interno del carcere il direttore e le guardie iniziarono a sparare sui gappisti e sulla loro macchina, e a quel fuoco si aggiunse anche quello proveniente dagli spari effettuati dall’esterno. Gianfranco de Bosio, che assistette a questa straordinaria fuga, la racconta in questo appassionante libro, per mantenere viva la memoria della Resistenza e di chi, in un’Italia piegata dal fascismo, combatté per la libertà.







altre categorie


Africa (34)

America Latina (31)

America Settentrionale (7)

Americhe (Nord, Centrale, Sud, Indie Occidentali) (6)

Antica (193)

Asia (61)

Australia e Nuova Zelanda (0)

Canada (1)

Civilizzazione (7)

Ebraica (62)

Europa (1273)

Geografia Storica (71)

Indie Caraibiche e Occidentali (1)

Medievale (296)

Medio Oriente (86)

Militare (251)

Moderna (1284)

Mondo (10)

Nativi Americani (14)

Olocausto (77)

Riferimento (3)

Rinascimento (51)

Rivoluzionaria (22)

Saggi (86)

Spedizioni e Scoperte (12)

Stati Uniti (23)

Storia Sociale (600)

Storiografia (112)

Studio e Insegnamento (3)

Regioni Polari (2)

ENTRA E GUARDA LE NOSTRE VETRINE



SCOPRI LE FUNZIONALITA' DI EZPRESS


RICARICA

PREVIEW

RISPOSTE

REGALA

FUNZIONALITA' RISERVATE AGLI UTENTI REGISTRATI


EZCLOUD

SCRIVICI

ACCOUNT

EZCHECKOUT