gototopgototop
 screen         carattere         colore           contrasto           

Effettua il login per acquistare

RICERCA PER CATEGORIA

EDITORI



Cerca periodico

Autore - titolo


VirtueMart
Il carrello è vuoto.

Mostra Carrello
Il carrello è vuoto.

Ai sensi della normativa internazionale sui cookies vi informiamo che questo sito o gli strumenti di terze parti da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di condizioni di fornitura e privacy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera si acconsente all'uso dei cookies. Ezpress non memorizza i dati di navigazione nè usa cookies a fini promozionali o commerciali

LIBRERIA arrow FICTION arrow La Repubblica del dolore ePub


La Repubblica del dolore ePub
Clicca per visualizzare
la copertina e il sommario


La Repubblica del dolore

Versione Digitale ePub

Feltrinelli Editore
ezPrice: €6,99



Autore: Giovanni De Luna

Editore: Feltrinelli Editore


“La politica oggi non sa proporre antidoti ai guasti di una memoria fondata sulla centralità delle vittime” La memoria pubblica è un “patto” in cui ci si accorda su cosa trattenere e cosa lasciar cadere degli eventi del nostro passato. Questi eventi sono i pilastri su cui fondare i programmi di studio per le scuole, i luoghi di memoria, i criteri espositivi dei musei, i calendari delle festività civili, le scelte sulla base delle quali si orientano tutti i sentimenti del passato che attraversano la nostra esistenza collettiva. I fondamenti di quel “patto” cambiano a seconda delle varie “fasi” che scandiscono il processo storico di una nazione. Vent’anni fa, la classe politica uscita dal crollo della Prima Repubblica venne chiamata a una complessiva opera di “rifondazione”. Vent’anni dopo prendiamo atto di un vero fallimento. A tenere insieme il patto fondativo della nostra memoria sono oggi infatti solo il dolore e il lutto che scaturiscono dal ricordo delle “vittime”. Della mafia, del terrorismo, della Shoah, delle foibe, delle catastrofi naturali, del dovere, vittime, sempre e solo vittime. Per emozionare, commuovere, suscitare consenso, le sofferenze vanno gridate, possibilmente in televisione. Quasi che le emozioni siano merci e che sia il mercato a imporre le sue regole, nel controllarne la domanda e l’offerta. Ma non è al mercato che si può chiedere di costruire una forma di bene comune e tantomeno una religione civile.







altre categorie


Afro-Americana (13)

Antologie (vari autori) (52)

Avventure Uomini (52)

Azione e Avventura (142)

Biografica (189)

Brevi Racconti (autori singoli) (538)

Classici (916)

Crimine (329)

Cristiana (53)

Donne Contemporanee (182)

Ebrea (39)

Erotico (268)

Fantascienza (63)

Fantasmi (15)

Fantasy (322)

Fiabe, Fiabe Tradizionali, Leggende e Mitologia (111)

Gay (61)

Guerra e Militare (48)

Horror (79)

Legale (11)

Lesbiche (7)

Letterario (1325)

Medico (14)

Mistero e Investigativo (1063)

Occulto e Sovrannaturale (70)

Passaggio all'Età Adulta (116)

Patrimonio Culturale (30)

Politico (107)

Psicologico (402)

Racconti del Mare (51)

Religioso (57)

Romantico (9250)

Saghe (87)

Satira* (75)

Spionaggio (82)

Sport (47)

Storia Alternativa (24)

Storico (608)

Suspense (298)

Tecnologico (14)

Thriller (900)

Tie-In (5)

Umoristico (206)

Visionario e Metafisico (55)

Vita Familiare (223)

Vita Urbana (100)

Western (7)

ENTRA E GUARDA LE NOSTRE VETRINE



SCOPRI LE FUNZIONALITA' DI EZPRESS


RICARICA

PREVIEW

RISPOSTE

REGALA

FUNZIONALITA' RISERVATE AGLI UTENTI REGISTRATI


EZCLOUD

SCRIVICI

ACCOUNT

EZCHECKOUT