Background Image
Previous Page  5 / 7 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 5 / 7 Next Page
Page Background

ne dell’F-35 ha sicuramente

evidenziato delle problema-

tiche nella formazione dei pi-

loti per quanto riguarda le

opportunità addestrative in

volo, anche perché buona

parte del sillabo addestrati-

vo è condotto a terra con

l’impiego di avanzati simula-

tori, che tuttavia non posso-

no permettere ai piloti di

maturare quella sensibilità

che solo l’esperienza di volo

reale in contesti sfidanti può

fornire.

In questo contesto si inseri-

sce l’esercitazione “Fal-

con Strike 21”,

organizzata

d a l l’ Ae ro -

nautica Militare

italiana,chesiètenu-

ta presso la base aerea di

Amendola, sede del 32°

Stormo, dal 7 al 15 giugno

sotto il comando e controllo

del Comando Operazioni Ae-

rospaziali di Poggio Renatico

(Ferrara), con la partecipa-

zione di uomini e asset di Ita-

lia, Stati Uniti, Regno Unito e

Israele. Si tratta della prima

esercitazionemultinazionale

e multidominio, organizzata

con l’obiettivo di riprodurre

uno scenario operativo in cui

si svolgono operazioni aeree

complesse con caccia di 5ª

generazione.

“Per la prima

voltaèstataorganizzatauna

esercitazione in cui il focus

addestrativo è stato posto

suivelivolidi5

a

generazione”

,

ha dichiarato a Panorama Di-

fesa il Ten. Col. Marco Scri-

vieri, Exercise Director.

“Gli

spazi aerei particolarmente

ampi, il numero degli avver-

sari, la complessità e ilmulti-

livello delle minacce, le tatti-

che e le regole d’ingaggio so-

no state elaborate per mas-

simizzare l’utilizzo delle tec-

nologie dei sensori di bordo e

sfruttare la bassa osserva-

bilitàdelvelivoloF-35.”

L'esercitazione ha visto coin-

volte, in funzione di suppor-

to, anche altre basi italiane,

incluse quelle del 37° Stor-

modi Trapani edel Repartodi

Standardizzazione e Tiro Ae-

reodi Decimomannu.

La Blue Force (che ha il com-

pitodi difendere lo spazio ae-

reo) era costituita principal-

mente da 24 F-35 apparte-

nenti alle 5 Forze aeree delle

4nazioni partecipanti, con in-

nesti di F-16, TyphooneAMX,

ed era contrapposta alla Red

Force (nel ruolo di aggresso-

re) che impiegava lo stesso

numero circa di Typhoon,

Tornado, AMX e T-346, oltre

ad elicotteri HH-212 e droni

MQ-9, per un totale com-

plessivo di oltre 50 velivoli,

considerando nel computo

anche gli aerorifornitori KC-

767A e KC-130J, il G550 CA-

EW (che ha garantito il ruo-

lo di piattaforma di coman-

doe controllo) e il C-27per il

trasporto di personale e

materiali.

Hanno contribuito all’eserci-

tazione anche le componenti

di Force Protection del 16°

Stormo di Martina Franca, le

ForzeSpeciali del 17° Stormo

Incursori di Furbara; quelle

Counter UAS del 16° Stormo

e del 32° Stormo; unità cino-

filedelCentroCinofilidiGros-

seto; asset del 3° Stormo di

Villafranca. Questi ultimi, in

particolare, sono stati coin-

volti nella simulazione di una

base “austera”, presso il Di-

staccamento Aeroportuale

di Pantelleria, fornendo il

servizio di rifornimento a

terra con l’impiego di un KC-

130J in configurazione

ALARP (Air Landed Aircraft

RefuellingPoint)adueF-35B

(uno del 32° Stormo di

Amendola e uno della Royal

Air Force, decollato dalla

portaerei

QueenElizabeth

).

Di particolare rilievo la costi-

tuzione, presso il poligono in-

terforze di Salto di Quirra, di

una bolla A2/AD (Anti Ac-

cess/Area Denial) con l’im-

piego dei sistemi EW (Elec-

tronicWarfare) del poligono,

del sistema di comando e

controllo/radarSIRIUSdel2°

Stormodi Rivolto (Udine) e di

una batteria SAMP-T del-

l’Esercito.

Per massimizzare il ritorno

addestrativo dei partecipan-

ti,comediconsueto,anchela

Falcon Strike è stata organiz-

AGOSTO/SETTEMBRE 2021

33

onStrike21