Background Image
Table of Contents Table of Contents
Previous Page  7 / 10 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 7 / 10 Next Page
Page Background

giudicare dalla fattura del-

le parature utilizzate nel bo-

lentino di profondità per la

pesca agli occhioni, si po-

trebbe dire che “qualunque cosa cali va

sempre bene.”. In effetti, cosa dire dei

distanziatori metallici, come conciliare

la visibilità e la rigidità con un’esca che

vuole essere attraente? Come giustifi-

care le eccezionali pescate pur in as-

senza di proposte sofisticate? Non c’è

da ragionare tanto di più in tema di pa-

ratura. Infatti, alle profondità classiche,

diciamo intorno ai 200 metri, è eviden-

te che l’oscurità gioca a nostro favore.

E se è vero, come è vero, che una luce

di servizio interposta tra shock-leader

e paratura, che accompagna le esche

A

“in mezzo agli abissi”, favorisce la cat-

tura, è anche vero che il peso totale, za-

vorra compresa, non è più trascurabile,

al pari del volume. Il problema quindi

non sembra quello di far abboccare la

preda o le prede, ma riuscire a far ca-

dere le esche sopra il banco di pesci.

Sopra la marcatura che appare sul-

l’ecoscandaglio. In ultima analisi sopra

gli occhioni. E’ vero che, spesso, è suf-

ficiente aspettare e poi i pesci arrivano,

ma non sempre si è abbastanza pazienti

e altrettantoo spesso non si ha tempo a

disposizione. Così, quei famosi 200

In apertura,: Angelo Conforto e le sue parature iperleggere (notate la dimensione degli

snodi dei braccioli), non solo resistono allo stress, ma procurano, sempre più spesso, cat-

ture multiple come questo poker di occhialoni. Sotto: il cappone, un pesce che in risalita

non chiude mai la bocca e fa una terribile resistenza. A volte ha la meglio se il bracciolo non

è sufficientemente robusto.

Porto S. Maria Navarrese

0782 615522 • 339 1331718

nauticaseaservice.it

portosantamaria@tiscali.it

PORTO S. MARIA NAVARRESE

NOLO • ESCURSIONI • DIVING

ZATTERE AUTOGONFIABILI

REVISIONE • FORNITURA • PERMUTA

360 255725 •

calemar@tiscali.it

di Carmine, Lella, Enrico Guadagnuolo