Background Image
Table of Contents Table of Contents
Previous Page  5 / 10 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 5 / 10 Next Page
Page Background

In apertura: Fabrizio Frongia solleva un serra, stimato sul chilo di peso, appena pescato nella

spiaggia del Flamingo. Nella foto è visibile il finale utilizzato dal forte pescatore, una paratura

che Fabrizio si costruisce da solo. Al cavetto d’acciaio Fabrizio fissa un solo amo, con misura

intorno allo 2/0 e bloccato con della guaina termosaldata.

-empre più lontani, sempre

più piccoli, ma comunque

sempre presenti. Negli

anni gli incontri con i serra

che in principio manifestavano la loro

presenza solo attraverso saltuarie cat-

ture, sono diventati una costante di

tutta la stagione estiva e autunnale. In

questi anni tutto il comprensorio di

Santa Margherita di Pula ha fatto da

centro d’attrazione per i pescatori che

si vogliono cimentare in una tecnica

semplice e redditizia. Ma se anni fa la

taglia delle prede era considerevole e

S

in media le catture pesavano 2,5 o 3

chili, adesso trofei di quel livello sono

da considerarsi rari. Le prede non man-

cano, ma sono molto più piccole (in

media sul chilo) e non basta più un lan-

cio “distratto”, a pochi metri da riva;

gli attacchi avvengono lontano e questo

ha portato a un affinamento della tec-

nica. Tra i tanti spot possibili, uno dei

più blasonati è la spiaggia di via Flu-

mendosa, a pochi chilometri da Pula.

Bassa, esposta a sud est e nelle ore not-

turne (quelle utili per la pesca) frequen-

tata solo da noi pescatori e dai trattori

che, a tarda notte, ripuliscono l’arenile.

Al tramonto un attacco è molto proba-

bile, ma le ore di massima attività sono

a cavallo della mezzanotte, costante

che sembra minimizzare il ruolo della

marea e della luna in cielo. Tutta la

spiaggia intorno alla torretta del servi-

zio di salvataggio è “buona”, meno il

settore vicino alla foce (in estate

chiusa) anche per la presenza di pietre

e ostacoli, causa di frequenti incagli.

L’esca rimane una costante, il trancio

di muggine, ma le sue dimensioni e la

presentazione adesso sono molto più

light. Vediamo quindi un possibile as-

setto vincente.

Acciaio e fluorocarbon

Spiaggia bassa, serra lontani, quindi

dobbiamo impegnarci e lanciare l’esca

con la massima cura possibile. Perso-

nalmente utilizzo un assetto a due

canne (tre massimo) e un controllo del-

l’esca a intervalli di circa mezz’ora.

VIA LAURENTINA 29,300 - 00040 ARDEA RM - 06 91486323 -

FONDERIAROMA.COM

PIOMBI DA PESCA