Background Image
Previous Page  2-3 / 19 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 2-3 / 19 Next Page
Page Background

2

3

1

Rassegna Internazionale di vita musicale - Concerti - Opera - Balletto

1

Rassegna Internazionale di vita musicale - Concerti - Opera - Balletto

ISSN0544-7763

Poste ItalianeS.p.A. -Spedizione in abbonamentopostaleD.L. 353/2003 (conv.inL.27/02/04n. 46) art. 1 comma 1/DCBRoma

Questo

è il futuro del

TEATRO DELL’OPERA?

DJ sul palcoscenico e discoteca nel golfo mistico

Nessun

dorma!!!

1 7 7

ANNOL I

ottobre 2014

euro 6, 50

(nuovaedizione)

1 0 4

(fotodiTerryO’Neil)

1

Rassegna Internazionale di vita musicale - Concerti - Opera - Balletto

ISSN0544-7763

Poste ItalianeS.p.A. -Spedizione in abbonamentopostaleD.L.353/2003 (conv.inL.27/02/04 n. 46) art. 1 comma 1/DCBRoma

1 7 8

ANNOL I

gennaio2015

euro 6, 50

(nuovaedizione)

1 0 5

Rusalka

Cenerentola

La leggenda

GHO ¿RUH GL /LQR

Romabarocca

rivista n.103

rivista n.104

rivista n.105

* Gli abbonamenti non

disdetti entro il 20 gennaio

si considerano tacitamente

rinnovati.

Hai rinnovato

l’abbonamento

a

“IL MONDO

DELLA MUSICA”

Rassegna internazionale

di vita musicale

Concerti - Opera - Balletto

?

AFFRETTATI!!!

La rivista si può ricevere solo per posta con

un abbonamento* ordinario di euro 20,00

Abbonamento sostenitore minimo euro 60,00

Abbonamento benemerito oltre euro 100,00

Le rimesse si effettuano

sul

c/c postale 14644009

IBAN del c/c postale

IT 14Z0760103200000014644009

indirizzate a

IL MONDO DELLA MUSICA

Via Flaminia Nuova,

241 - 00191 ROMA

e

ditoriale

di Maria Elisa Tozzi

Ma la musica non è solo un hobby

Domenico Carboni, prezioso collaboratore della nostra rivista, che dal 1983 al 2014

ha diretto la storica Biblioteca del Conservatorio di Santa Cecilia, ci illustra in un

interessante articolo di questo numero, la prima parte della storia del Conservatorio

di musica romano, ricordando l’abnegazione, lo spirito di sacrificio e la generosità

dei grandi maestri che l’hanno fondato con l’intento di creare una scuola esemplare

per i futuri professionisti della musica.

E’ una storia che pare interessi solo gli addetti ai lavori e resta sicuramente scono-

sciuta a molti nostri contemporanei, altrimenti non avrebbero rottamato con tanta

disinvoltura i nostri prestigiosi Conservatori di musica, ora Istituti di Alta Cultura,

dove si può accedere a qualunque età come all’Università, e da cui si uscirà con una

laurea che però dal punto di vista artistico, non ha più niente a che vedere con il so-

stanzioso diploma che si poteva ottenere prima dei venti anni. Oggi non è più così.

E ci sarebbe da riflettere sulle proposte che docenti d’esperienza fecero a suo tempo

(purtroppo non sostenute dai più giovani!..) durante i numerosi incontri organizzati

per mettere a fuoco le proposte per una nuova legge che potesse dare al musicista

professionista l’opportunità di conseguire una laurea in musica. Per la sottoscritta,

in quegli anni docente di pianoforte principale a Santa Cecilia, la proposta più sag-

gia sarebbe stata quella di creare alcune Accademie dove poter proseguire gli studi

professionali perfezionandosi fino al raggiungimento della laurea in musica: Acca-

demie al livello delle Hochschule für musik tedesche, dove i docenti sono grandi

professionisti.e gli allievi tutti selezionati. Aver trasformato i Conservatori, nostro

secolare orgoglio nazionale, apprezzati e imitati in tutto il mondo, in 58 Istituti di

Alta Cultura con tante materie, (alcune solo una perdita di tempo… ) è stato consi-

derato da molti un grande errore.

C’è d’augurarsi che, superato questo difficilissimo periodo di dolorose rinunce, si

possa riproporre la riorganizzazione dei nostri gloriosi Conservatori, aggiornandoli

e ridando loro quel prestigio conquistato attraverso i grandi geni da loro prodotti

che hanno riempito le pagine della nostra storia della musica apprezzata e tuttora

studiata in tutto il mondo.