Background Image
Previous Page  3 / 10 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 3 / 10 Next Page
Page Background

Scarica FENIX in versione digitale

da

www.xpublishing.it

Adriano Forgione

adriano.forgione@xpublishing.it

Periodico mensile

Numero 154 - AGOSTO 2021 - Anno XIV -

Prima uscita 06 Agosto 2021

Sede Legale

Via Francesco D’Ovidio n. 64 - 00137 ROMA

Redazione

Via Pietro Vannucci 47 - 00012 Guidonia Montecelio (RM)

Tel/fax

0774.403346

-

E-mail

:

info@xpublishing.it

Direttore Editoriale

Adriano Forgione

(adriano.forgione@xpublishing.it

)

Direttore Responsabile

Giuseppe Morelli

(pino.morelli@xpublishing.it)

Direttore Artistico e Progetto grafico

Alberto Forgione

(alberto.forgione@xpublishing.it

)

Amministratore Unico

Adriano Forgione

(amministrazionexp@gmail.com

)

Direttore BOOXTORE

Mike Plato

(mike.plato@xpublishing.it)

Segreteria e Abbonamenti

(info@xpublishing.it

)

(mike.plato@xpublishing.it)

Direzione area Internet e News

Mikaela Zanzi

Tutti gli articoli di questo numero sono scritti da

Adriano Forgione, Robert Schoch, Pablo Novoa Alvarez, Mikaela Zanzi,

Steven Strong, Evan Strong, Marco Rocchi, Valentina Ferranti,

Mike Plato, Michele Melchiorre, Marcello Troisi, Giordano Berti,

Costanza Bondi

Stampa TUCCILLO ARTI GRAFICHE srl

Trav. Via P. DONADIO snc

80024 Cardito (Napoli)

Distributore esclusivo per l'Italia

Pieroni Distribuzione srl - Via C. Cazzaniga, 64 - 20132 Milano

Centr. Tel 02.25823176

Editore

X Publishing srl

Via Francesco D’Ovidio n. 64 - 00137 ROMA

Mensile

Sped. in A.P.- 45% Art.2 comma 20/B Legge 662/96 - Roma

Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 434/2008 del 15/12/2008

FENIX esce il 10 di ogni mese (12 numeri l’anno)

Prezzo

11,90 (esclusi allegati).

Arretrati

:

11,90 ciascuno

Finito di stampare il 02 Agosto 2021

• La Direzione Editoriale non è responsabile per il contenuto degli articoli che non ri-

specchiano necessariamente il punto di vista della redazione.

• Gli articoli, pubblicati o meno, fino a successiva comunicazione, non vengono retribuiti.

• Gli articoli pubblicati rimangono ad uso esclusivo della redazione per due mesi dalla da-

ta di pubblicazione.

• Lettere, fotografie e articoli, anche se non pubblicati, non vengono restituiti.

• L’editore ha soddisfatto tutti i crediti fotografici. Nel caso gli aventi diritto siano sta-

ti irreperibili questi è a disposizione per eventuali spettanze.

INFORMATIVA AI SENSI DEL CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

Il Decreto Legislativo n.196 del 30 giugno 2003 ha finalità di garantire che il trattamento

dei dati personali dei lettori si svolga nel rispetto dei diritti, delle libertà fondamentali e

della dignità delle persone, con particolare attenzione alla riservatezza dell’identità per-

sonale. I dati raccolti durante lo svolgimento della nostra attività e dai lettori stessi for-

niti potranno essere trattati per finalità relazionate alla vita produttiva di questa azien-

da. Questi saranno raccolti, archiviati, organizzati per lo più attraverso mezzo informa-

tico, sempre rispettando le regole di riservatezza e sicurezza richieste dalla Legge. Il ti-

tolare del trattamento dei dati personali è il legale rappresentante della X Publishing Srl,

Via Francesco D’Ovidio, 64 00137 Roma. Incaricati del trattamento sono dipendenti della

stessa X Publishing Srl. Il conferimento dei dati personali è facoltativo ma la mancata co-

municazione degli stessi impedirà fondamentali attività quali l’adempimento di spedizioni

agli interessati delle categorie merceologiche di nostra competenza (abbonamenti e ar-

retrati di riviste, libri e allegati). Possono accedere ai dati i soggetti cui disposizioni di

Legge lo consentano o per ordini di Autorità. La Legge prevede che lettori possono con-

sultare, modificare, opporsi, cancellare i propri dati su diretta richiesta ai sensi del-

l’Art.7 del Codice, il tutto mediante Raccomandata A/R da inviare a X Publishing Srl, Via

Francesco D’Ovidio, 64 00137 Roma. Per maggior informazioni si può visitare il testo com-

pleto del Decreto Legislativo n.196 del 30 giugno 2003 sul sito ufficiale dell’Autorità Ga-

rante

www.garanteprivacy.it

R

ecentemente è balzato agli onori delle cronache il rapporto ufficiale

USA sugli UAP, i “Fenomeni Aerei Anomali” che, nella volontà degli

ambienti militari e scientifici, ha sostituito il termine UFO. Il rappor-

to ha confermato l’esistenza della fenomenologia. Come poteva essere altri-

menti aggiungiamo noi, visto che interagisce elusivamente con la nostra civiltà

da oltre 70 anni, e gli ambiti militari vi incappano frequentemente? Le testi-

monianze, anche video, dei militari sono di grande interesse (foto in alto un

caso confermato dalla USAF). Il rapporto determina che la stragrande mag-

gioranza degli oltre 120 incidenti negli ultimi due decenni, non ha avuto ori-

gine da alcun velivolo dell’Esercito americano o da altre tecnologie avanzate del

governo degli Stati Uniti. Ufficialmente è stata quindi eliminata la possibilità

che i piloti dei caccia della Marina, che hanno riferito di aver visto questi in-

spiegabili UAP, possano aver incrociato “Programmi Ombra” che il governo in-

tendeva mantenere segreti. Allo stesso tempo hanno negato che queste navicelle

siano extraterrestri. Due conclusioni che lasciano molto spazio alla discussio-

ne. Da una parte, se esistono Programmi Ombra, come sarebbe scontato, di

certo il lavoro a compartimenti stagni su queste tecnologie non permetterebbe

a semplici membri, per quanto ufficiali in servizio, di essere a conoscenza di

tecnologie superavanzate e supersegrete in sperimentazione. Inoltre, solo uno

stupido si aspetterebbe che dagli alti ambienti politico-militari qualcuno si al-

zi la mattina e affermi in un rapporto:

«certo è roba nostra!».

Sono stato nel-

l’ambito ufologico per molto tempo per non ignorare che su questo argo-

mento sono poche le persone completamente informate sui fatti anche ai pia-

ni alti. L’altro tassello della questione è che il rapporto esclude categoricamente

l’origine extraterrestre di tale fenomenologia e, per una volta, ci troviamo d’ac-

cordo con questa affermazione ufficiale. Non perché il fenomeno non esista

ma la mia esperienza, anche negli studi sulla sapienza antica, mi hanno por-

tato a considerare quello che già negli anni ‘60 aveva concluso Philip J. Klass,

vale a dire che ciò che la gente vedeva come oggetti fisici, erano in realtà ma-

nifestazioni plasmatiche, corpi costituiti da un particolare stato della materia

in gradi di assumere varie forme e aspetti, a volte luminosi, a volte scuri e a vol-

te metallici. La differenza tra il mio punto di vista e quello di Klass è che que-

st’ultimo, da scettico, considerava tale fenomeno puramente naturale. Il sotto-

scritto invece è convinto che queste manifestazioni plasmatiche siano solo il

veicolo (quello che gli antichi chiamavano “Carro Solare” o “Carro di Gloria”,

pertanto proprio un “veicolo”) di una coscienza non terrena, proveniente da al-

tri livelli, alcuni astrali (e quindi con scopi ingannevoli e oscuri), altri che de-

finiremmo divini (quindi con scopi benefici ed evolutivi). Questo spieghereb-

be molte cose come: la sapienza antica che ha sempre parlato di entità meta-

fisiche in lotta tra due fazioni di Bene e Male; l’interazione che queste UFO-

UAP hanno con l’ambiente esterno, che mostra una chiara forma di coscien-

za all’opera; la capacità testimoniata anche dai piloti militari, di compiere ma-

novre impossibili per qualsiasi forma di vita “biologica” al suo interno, ma più

che possibile se ciò che le muove è pura energia e coscienza; la presenza co-

stante di questa fenomenologia nei luoghi sacri; l’elusività e la capacità di mu-

tare forma nelle epoche adattandosi al campo mentale dell’uomo con cui in-

teragisce, una volta “travi di fuoco” nell’antica Roma, poi manifestazioni “an-

geliche e demoniache” nel Medioevo, quindi strani dirigibili a fine ‘800, fino

a cambiare costantemente design in epoca moderna, in base all’avanzamento

tecnologico del momento cui appartiene l’osservatore. Come dimostrato da al-

tri prima di me, quindi, siamo di fronte a un’elusiva intelligenza che si ma-

schera. Sono dell’idea che questo abbia a che con una fonte puramente ener-

getica che, da una dimensione all’altra, compie una strana “transumanza”, e i

cui scopi hanno a che fare con l’origine stessa di questa creazione e gli eventi

che l’hanno generata.