Background Image
Previous Page  4 / 10 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 4 / 10 Next Page
Page Background

Costruire Hi-Fi #268

4

di Andrea Bassanelli

C

i avviciniamo lentamente e an-

cora accaldati verso la fine di

questo anno 2021.

Un anno per certi versi incredibile in

positivo (come altro giudicare un anno

nel quale l’Italia ha vinto tutto quello

che si poteva vincere, comprese le due

medaglie d’oro del salto in alto con

Gianmarco “Gimbo” Tamberi e quella

nella gara regina dell’atletica, ovvero

i 100 metri, con Marcel Jacobs!) come

anche in negativo, visto che la pande-

mia non accenna a scomparire dopo

aver colpito 234.096.280 di persone nel

mondo e soprattutto dopo aver causato

oltre 4.788.745 decessi…Luci e ombre,

bianco e nero… l’eterno dualismo che

contraddistingue la nostra esistenza.

Eppure mai come oggi dovremmo af-

frontare i problemi che abbiamo di

fronte con la FERMA VOLONTÀ di

cercare di risolverli, una volta per tut-

te.

A cosa mi riferisco?

A tante cose che abbiamo di fronte

tutti i giorni e delle quali fingiamo di

non accorgerci, come ad esempio il

problema dell’inquinamento e del

clima che sta cambiando.

Il problema è incredibilmente grande

e quasi impossibile da affrontare eppure

credo che ognuno di noi potrebbe fare

delle piccole azioni per cambiare le

cose…effettuare la raccolta differenziata

inmaniera corretta, ad esempio. Cercare

di sprecare meno risorse, subito dopo.

Consumare meno corrente, meno gas,

sprecaremeno acqua…sono tutte buo-

ne pratiche (best practices come di-

rebbero quelli eruditi) che alla fine co-

stano poco o niente al singolo ma che

a livello globale avrebbero un grande

impatto positivo.

Potremmo anche cercare di non buttare

cose ancora utili o facilmente riparabili.

E qui noi di COSTRUIREHIFI da anni

operiamo senza saperlo!

Quanti sono i progetti che partono da

componenti usati per dare loro nuova

vita?

Quante sono le idee furbe e intelligenti

per utilizzare diversamente oggetti

che altrimenti sarebbero stati scartati

e gettati via senza senso? Leggete a tal

proposito la seconda parte dell’articolo

di Marco Petrolesi e capirete quello

che sto dicendo!

Non ci vuole molto. Solo un po’ di

fantasia che a noi italiani non è mai

mancata e tutti noi potremmo nel

nostro piccolo migliorare il mondo in

cui viviamo e nel quale vivranno i

nostri figli e nipoti.

Un altro modo nel quale potremmo

migliorare il mondo nel quale viviamo

è quello di cercare di comportarci me-

glio gli uni con gli altri.

Portare rispetto per le persone più

grandi, cercare di ascoltare ciò che

hanno da dirci e da insegnarci e cercare

di essere disponibili con tutti.

Cercare di fare agli altri quello che

vorremmo fosse fatto a noi.

Si tratta di quello che viene comune-

mente chiamato

Etica della reciprocità

e sintetizza con viva autenticità in sé

le parole «

libertà

» e «

uguaglianza

».

E’ un concetto antichissimo, noto fin

dall’antica Grecia (Talete, Epitteto tra

i tanti) ma anche nell’antico Oriente

era un concetto conosciuto e praticato.

«Zigong domandò: “

C’è una parola che

faccia da guida per tutta la vita?

”. Il Mae-

stro disse: “

È la reciprocità. Quel che

non desideri per te, non farlo agli altri

”.»

Se non ora, quando?

Un abbraccio a tutti voi e, come sempre,

scrivete quello che ne pensate a:

abassanelli@costruirehifi.net .

Buona musica e avanti tutta!

Andrea Bassanelli

E

DITORIALE

Abbiamo quaranta milioni di ragioni per fallire,

ma non una sola scusa.

RUDYARD KIPLING

SE NON ORA, QUANDO?

abassanelli@costruirehifi.net

Andrea Bassanelli

Costruire HIFI

@