Background Image
Table of Contents Table of Contents
Previous Page  9 / 10 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 9 / 10 Next Page
Page Background

39

Direttore:

Luciano Rossi

Coordinatore editoriale:

Massimiliano Naldoni

massimilianonaldoni@gmail.com

Federazione Italiana Tiro a Volo

Viale Tiziano 74 - 00196 Roma

Tel. 06 45235200 - Fax 06 3233791

info@fitav.it

-

www.fitav.it

CACCIA&TIRO

Greentime S.p.A.

Via San Gervasio 1 - 40121 Bologna

Tel. 051 223327

Redazione:

Francesca Domenichini

domenichini@greentime.it

a quota 35/50. Bandiera tricolore sul

terzo gradino del podio grazie alla pre-

stazione del calabrese Antonino Ventre

che, dopo aver fatto registrare il miglior

risultato in qualifica (109+3/125), si è

fermato al check point dei 40 piattelli,

chiudendo il suo Mondiale con 27/40.

Quinta e sesta piazza per gli altri due

italiani in lotta per il titolo, Alessandro

Spagnoli e Raffaele Talamo, rispetti-

vamente con il punteggio di 19/30 e

15/25. Ma è stata la finale Pt3 (atleti

con disabilità agli arti superiori), a re-

galare le emozioni più forti al pubblico

del Concaverde, con l’oro del lombar-

do Emilio Poli e l’argento del marchi-

giano Francesco Nespeca che, dopo

2 Mondiali vinti, ha ceduto lo scettro

al connazionale bresciano. Poli, trasci-

nato dall’affetto del pubblico di casa,

si è messo al collo la medaglia più

prestigiosa, conducendo una gara di

vero spessore: con 101/125 ha avuto

accesso al sestetto di finale e, una vol-

ta intrapreso il percorso degli ultimi 50

piattelli, non ha più esitato, vincendo

il titolo con il risultato finale di 39/50.

Secondo posto e argento mondiale

per Nespeca che, secondo in qualifi-

ca con 107, ha concluso la gara a 5

piattelli di distanza dalla vetta. Meda-

glia di bronzo per lo spagnolo Antonio

Meliton Brinas Mora, che ha chiuso

la kermesse intercontinentale con

27/40. Quarto posto e ottima presta-

zione anche per l’altro azzurro della

categoria, Gabriele Nanni, con 21/35.

Oltre ad aver superato il numero delle nazioni necessario

per dare avvio all’iter di partecipazione ai Giochi Paralimpici,

il Mondiale di Lonato ha segnato un altro importante

risultato: l’incremento del numero delle tiratrici.

DIR POCO MONDIALE!

Questa medaglia è per chi, come me,

non molla mai

- sono state le parole

del vincitore -

e davanti alle avversità

che la vita pone, non vede un ostaco-

lo, ma un’opportunità per fare meglio.

Ho raggiunto un obiettivo, un grande

I portacolori della nazionale italiana alla guida del ct

Barberini hanno fatto faville al Mondiale di Lonato:

7 le medaglie “messe in cassaforte”, 4 nelle prove

individuali e 3 in quelle collettive.