Background Image
Previous Page  4 / 10 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 4 / 10 Next Page
Page Background

4 - ATHAME

Allan Kardec

Il Libro degli

Spiriti

Edizioni

Mediterranee

Questo è il primo libro pubblicato sullo

spiritismo; è il monumentale testo-chia-

ve della corrente filosofica sistematizzata

di Allan Kardec. In esso ha raccolto e co-

ordinato la dottrina spiritica quale a lui

e ad altri medium fu dettata dagli stessi

spiriti. Contiene oltre 1000 domande e

1000 risposte sulla vita degli spiriti, un

metodo che lascia intravedere la lunga

esperienza di Kardec come pedagogo ed

educatore. A ogni possibile interrogati-

vo le entità rispondono con chiarezza,

enunciando i principi della dottrina spi-

ritica sull’immortalità dell’anima e i loro

rapporti con gli uomini, la vita presente,

la vita futura e l’avvenire dell’umanità.

Contiene una speciale tabella per comu-

nicare con gli spiriti.

Demetra George

I misteri della Dea

Oscura

Venexia

Un saggio che esplora il significato dei

“periodi bui” nella vita delle donne, che

tradizionalmente intesi come un mo-

mento di paura e superstizione, morte

e isolamento, rappresentano in realtà

un tesoro da sfruttare e un’occasione di

crescita e ricchezza interiore. Indagando

il mistero e la sapienza della fase oscu-

ra della Luna, l’autrice postula un ritor-

no dei poteri della Dea nella coscienza

attuale delle donne oggrendo spunti di

rinascita e trasformazione. Combinando

una prospettiva mitica, spirituale e psi-

cologica, svela i poteri oscuri della Dea

di cui le donne sono detentrici, affran-

candoli dalle immagini oppressive a cui

sono stati a lungo associati.

Giuseppe Muscolino

Teurgia - Riti magici

e divinatori nell’età

tardoantica

Editrice ESTER

Nella storia dell’umanità l’uomo ha sem-

pre cercato il contatto con il Divino che

nell’arco della storia si è rivelato in molti

modi. Durante quel periodo che va dai

fasti dell’antica Persia ai tumultuosi cam-

biamenti della tarda antichità Greco-

Romana, all’interno del bacino del Me-

diterraneo prima e dell’impero romano

poi, sono nate diverse religioni che han-

no permesso a popoli di varia cultura di

ascoltare la parola degli dei, conoscerne

i loro voleri e unirsi a loro.

Seguendo un rigido rituale o cerimo-

nia, e rispettando meticolosamente le

indicazioni fornite dalle varie divinità, il

mago-teurgo riesce a conoscere il futuro

e a parlare per mezzo degli dei.

Rudolf Steiner

L’Evento della

Morte e i Fatti del

dopo-Morte

Editrice Psiche

Steiner parla delle esperienze che a suo

avviso si attraversano nel mondo spiri-

tuale fra la morte e una nuova nascita.

Conferenza tenuta a Lipsia il 22 febbraio

1916. Rudolf Steiner è stato il fondatore

dell’antroposofia, una corrente esoterica

che mischia diversi dettami della scuola

teosofica e filosofico - idealista tedesca

del tempo. Sin dai primi anni della sua

formazione culturale, Steiner ambì a tro-

vare la sintesi perfetta tra misticismo e

scienza. A suo dire la realtà è una mani-

festazione spirituale in continua evolu-

zione che può essere studiata attraverso

l’ “osservazione animica”, una specie di

chiaroveggenza che secondo lui aveva

delle vere e proprie basi scientifiche.

Douglas Baker

La Vita dopo la

Morte

Edizioni Crisalide

In natura nulla si crea e nulla si distrug-

ge, tutto si trasforma. Questa massima

vale non solo per il mondo fisico, ma an-

che per quello della coscienza. La mor-

te non esiste, è solo un cambiamento di

stato. In che modo si sopravvive? Dove

si va dopo la morte? Questo è il tipo di

domande a cui l’autore cerca di dare una

risposta in questo libro.

Douglas Baker è una delle figure più

eminenti nel campo delle scienze eso-

teriche. Laureatosi in medicina, egli usa

esempi tratti dalla vita di tutti i giorni

e spiegazioni scientifiche, per rendere

comprensibili ai lettori di mentalità oc-

cidentale i più complessi ed astratti in-

segnamenti.

BIBLIOTECA

Post mortem

Robert Kirk

Il Regno Segreto

Adelphi Edizioni

Robert Kirk, scrisse verso la fine del Sei-

cento questa incantevole guida al «regno

segreto» delle fate, degli elfi, degli gno-

mi, dei coboldi e di tutte le altre specie

che appartengono a quelle «aeree tribù».

Usando la sobrietà dei grandi etnologi

e un tono familiare, voleva innanzitutto

trasmetterci una descrizione precisa e

fedele degli esseri di quel mondo, delle

loro abitudini e del loro modo di interve-

nire nella nostra vita. Kirk volle dissipare

molti pregiudizi: primo fra tutti quello

che il «regno segreto» non esistesse e che

quel «popolo quasi sempre invisibile»

fosse un banale frutto dell’immaginazio-

ne umana, mentre la quotidiana espe-

rienza ci vuol dimostrare il contrario.