Background Image
Previous Page  3 / 10 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 3 / 10 Next Page
Page Background

primo piano

in questo numero

4

Manifestazioni

Bilancio positivo per le gare sperimentali

A

rdingo

S

carzella

8

Manifestazioni

Gara virtuale e vera solidarietà

V.B.

15

Federazioni

Tiro con l’arco Fidasc, “il gioco” che piace

V

aleria

B

ellagamba

18

L’intervista

Giordano: arco, forza e coraggio

L

etizia

G

iorgini

22

L’arco parlante

Ancoraggio e mano dell’arco

V

incenzo

S

caramuzza

26

Tecnica compound

Fare pace con il bersaglio

(Parte seconda)

I

rene

e

L

orenzo

F

ranchini

30

Arco olimpico

Il timing del gesto tecnico

F

ilippo

C

lini

34

Tecnica

Valutazione e stima delle distanze

(Prima parte)

F

erruccio

B

erti

38

Coaching

La comunicazione coach-atleta

M

assimo

G

iovannucci

42

La ricerca

Alzate olimpiche e settori giovanili

D

avide

T

essaro

48

Campi

H&F, creiamo un percorso di gara

V.S.

52

Dal mercato

F.D.

54

Medicina sportiva

Quanto stress per il nostro povero collo

D

omenico

B

onsignore

56

Psicologia

Il gruppo e la sua gestione

A

nnalisa

A

vancini

58

Mental coaching

Flow e visualizzazione, binomio vincente

G

iorgio

F

abris

61

Cinema

Centurion: pioggia di frecce sulla ixª

A

rianna

B

iagi

64

Kyudo

Uchine, il dardo a forma di freccia

C

arlo

B

roggi

66

Storia

Gli archi dei nativi nordamericani

A

lessio

C

enni

71

Storia

Gli archi asimmetrici

A.C.

76

Panorama

a

cura

di

F

rancesca

D

omenichini

80

Aica

D

anilo

R

osini

81

I professionisti dell’arceria

Questa insolita estate ce la lasciamo alle spalle. Un’estate di desiderio di evasione e timore di andare troppo lontano, fatta di piccole gite giornaliere o

lunghi viaggi, pochi. Un po’ per ragioni economiche, un po’ per il timore del Covid-19, è stata un’estate più stanziale e più all’interno dei nostri confini,

personali oltre che geografici. Molti arcieri ne avranno però approfittato per riprendere ad allenarsi in maniera più programmatica, per ritrovare gli

amici, magari per frequentare le nostre belle montagne e i molti campi di tiro con l’arco che essa offre. Certo, sono mancati a tutti gli appuntamenti

agonistici estivi: un’estate senza Campionati Italiani o senza prepararsi per i Campionati Italiani imminenti è per l’arciere sicuramente un’estate strana

e singolare. Ma a livello sportivo la pandemia ci ha tolto anche qualcos’altro, che stiamo lentamente recuperando: la consuetudine. L’abitudine ad

allenarsi, a ritrovarsi al campo con gli amici, a pensare “agonisticamente”. Eppure ora siamo in un momento in cui le briglie si sono allentate e le gare,

seppur nella maggior parte non di livello nazionale, sono ripartite.

Noi vi raccontiamo ciò che è successo poco prima e apriamo questo numero con il bilancio sul circuito di Gare sperimentali, volute da Fitarco per

testare sul campo il protocollo di emergenza sanitaria e per rispondere alle tante richieste da parte dei suoi iscritti. Nell’articolo si parla di timida af-

fluenza alle gare, un fatto comprensibile considerato il momento, ma questo non toglie valore all’iniziativa, che ha permesso a molti arcieri di ritrovarsi

in gara, con gli altri ma anche con loro stessi. Abbiamo anche dedicato un corposo articolo alla Virtuous Archery Cup, svoltasi precedentemente e

in un momento in cui invece era possibile solo allenarsi presso il proprio campo. Ne parliamo perché anche questa iniziativa ha contribuito a “tenere

oliati” gli ingranaggi dell’agonismo; seppur in maniera virtuale ha permesso a molti di sentirsi nuovamente in gara, insieme. Ci è piaciuto raccontare

questa storia perché è anche la dimostrazione di quanto un singolo arciere, con passione e forza di volontà, possa fare per gli altri, donando tempo,

energie e creatività: in questo caso il merito è tutto di Patrizia Cavallini, ideatrice dell’iniziativa.

C’è poi un’altra storia che vi invitiamo a leggere con attenzione, è quella di Giordano Cardellini, che ci ha aperto le porte del suo mondo arcieristico e

non solo. Tanti gli spunti di riflessione che si possono cogliere dall’intervista e noi ne volgiamo ora sottolineare uno: il magico potere dell’affidarsi. Dalle

parole di Giordano più volte emerge quanto importante sia per lui il sostegno della famiglia, della sua Società, di tutti quei compagni di viaggio che

spesso, insieme all’atleta, conquistano l’agognata medaglia. Il tiro con l’arco è uno sport individuale e per molti arcieri questo significa “fare il viaggio

da soli”, nella propria formazione, nella sperimentazione, nelle sfide, nel fronteggiare le difficoltà. Cardellini ci ricorda, invece, che insieme è più bello,

che insieme è possibile raggiungere traguardi altrimenti impensabili e che affidarsi, anche affidarsi, può rappresentare la chiave del successo.

V

aleria

B

ellagamba

Vecchie abitudini e nuove attitudini

ANNO XXXII - Numero 5

SETTEMBRE - OTTOBRE 2020

Greentime S.p.A.

Via San Gervasio, 1 - 40121 Bologna

Tel. 051223327

www.greentime.it

-

info@greentime.it

Direttore responsabile

:

Valeria Bellagamba

bellagamba@greentime.it

In redazione:

Francesca Domenichini

domenichini@greentime.it

Segreteria generale:

Valentina Pezzoli,

Miriam Serotti

Progetto grafico e impaginazione:

Maria Della Rocca

Periodicità:

Bimestrale

Tiratura:

25.000 copie

Stampa:

MIG srl - Bo

Distributore:

ME.PE Distribuzione Editoriale

Via Ettore Bugatti 15 - 20142 - Milano

Pubblicità:

Greentime SpA - Tel. 051/223327

danila@greentime.it

Articoli e fotografie, anche se non pubblicati,

non vengono restituiti.

Tutti i diritti sono riservati. Vietata la riproduzio-

ne non autorizzata.

Pubblicazione registrata presso il Tribunale di

Bologna n. 5636 del 23.09.1988.

Abbonamento

I versamenti si possono effettuare tramite asse-

gno bancario, vaglia postale o sul c/c postale n.

12229407 intestato a Greentime S.p.A. - Bo.

Annuale Italia:

e

24,00

Annuale + gadget:

e

30,00

Annuale digitale:

e

13,99

Biennale:

e

45,50

Biennale + gadget:

e

51,50

Annuale estero:

e

39,00

Una copia:

e

4,30

Una copia digitale:

e

2,99

Arretrati:

e

5,50

I dati forniti dai sottoscrittori degli abbonamenti

vengono utilizzati esclusivamente per l’invio del-

la pubblicazione e non vengono ceduti a terzi

per alcun motivo.

Editori

Associato all’Uspi

Unione Stampa Periodica Italiana