Previous Page  3 / 3
Information
Show Menu
Previous Page 3 / 3
Page Background

34

551 GdM

tati hanno indicato, infatti, che le allucinazioni

nascono quando il cervello interpreta il mondo cir-

costante basandosi più sulle conoscenze accumula-

te in passato e sull’attività inconscia, che sulle infor-

mazioni visive percepite al momento.

Lo psicologo dell’Università di Cardiff, Chri-

stoph Teufel

, autore della ricerca, ha affermato: “

È

il nostro cervello a costruire il mondo così come lo

vediamo riempiendo gli spazi bianchi, ignorando

quello che sembra essere fuori posto, e finisce col pre-

sentarci un’immagine elaborata apposta per rispon-

dere alle nostre aspettative

”.

Lo psichiatra Paul Fletcher dell’Università di

Cambridge,

altro autore dello studio, ha aggiunto:

Avere un cervello capace di fare previsioni è utile per

farci un’idea coerente del mondo, ma significa pure

che non siamo poi così distanti dal percepire cose che

in realtà non esistono, quello che noi definiamo

appunto allucinazione. Negli ultimi anni abbiamo

capito che queste percezioni alterate non riguardano

solo persone con malattie mentali, ma sono relativa-

mente comuni, in forme più lievi’’

.

Sebbene possa apparire di poco conto, quest’af-

fermazione è invece molto rilevante poiché sembra

suggerire che tutti viviamo in una sorta di allucina-

zione collettiva, generata dal nostro subconscio!

Ciò riporta a una domanda fondamentale:

quanto è reale la realtà? Il mondo è diverso da

come appare, ed è la scienza a dircelo!

La comune percezione della realtà è influen-

zata da molteplici fattori, tra i quali sembra svol-

gere un ruolo principale la parte del pensiero

incosciente che rappresenta quindi, la vera

back-

door

per il controllo mentale. Esistono già oggi

molte tecnologie capaci d’incidere pesantemen-

te sul cervello e nel processo di formazione del

pensiero inconscio. Avere il controllo del pensie-

ro incosciente può significare avere il controllo

della realtà che le persone percepiscono in stato

di veglia.

B

IBLIOGRAFIA

Maira Giuliano,

Il cervello è più grande del cielo,

Solferino,

Milano 2019.

Nasetti S., Il Lato Oscuro della Luna.

Teufel C., Subramaniam N., Dobler V., Perez J., Finne-

mann J., Mehta P. R., Goodyer I. M., Fletcher P. C., “Shift

toward prior knowledge confers a perceptual advantage in

early psychosis and psychosis-prone healthy individuals”

(https://www.pnas.org/content/112/43/13401)

Scienza e Natura